Novità

Rubrica CEJA, Numero 41, Dicembre 2017

Nella nostra serie di interviste con i Vicepresidenti di CEJA (Consiglio europeo dei giovani agricoltori), questo mese parliamo con Seán Finan.

MF: In che modo sei coinvolto con il mondo dell’agricoltura?
SF: Sono tornato nell’azienda agricola di famiglia nel 2006, dopo aver ottenuto la laurea in Ingegneria Civile alla National University of Ireland di Galway. Dopo aver completato gli studi ho iniziato a lavorare in azienda con mio padre a Roscommon nell’Irlanda dell’Ovest. Gestiamo un’azienda zootecnica e acquistiamo vitelle di 7-8 mesi con peso intorno ai 300 Kg; le vendiamo poi dopo un anno a circa 600 Kg. Le razze principali di cui ci occupiamo sono la Charolaise con alcuni incroci tra Limousine e Blu belga.

MF: Pensi che sia più difficile entrare nel settore per i giovani agricoltori che non provengono da una famiglia già inserita all’interno del settore agricolo?
SF: Sì, penso che sia più difficile entrare nel settore per coloro che non hanno un background agricolo. Le barriere principali con cui ci si deve scontrare sono l’accesso alla terra e l’accesso al credito. I giovani agricoltori che non provengono da un’azienda agricola familiare devono procurarsi il terreno se vogliono entrare nel settore; ciò non è facile a causa della mancanza di mobilità dei terreni all’interno dell’Unione Europea. Inoltre, i giovani che non possiedono la terra hanno molta difficoltà ad accedere al credito e agli aiuti finanziari. Questo perché in molti casi i giovani agricoltori non possiedono i terreni e di conseguenza non dispongono dei fondi e delle garanzie necessarie per assicurarsi un prestito. Dobbiamo promuovere strutture agricole più collaborative come partnership o locazioni a lungo termine; ciò darebbe ai giovani agricoltori l’opportunità di lavorare con agricoltori esperti per migliorare le loro abilità e conoscenze prima di consolidare le loro attività. Il Macra na Feirme Land Mobility Service in Irlanda è un esempio di programma di successo, che facilita la creazione di sistemi agricoli collaborativi e affronta il tema della mobilità della terra.

MF: Cosa ti ha spinto ad unirti al movimento dei giovani agricoltori e perché è così importante?
SF: Sono stato coinvolto nell’organizzazione di giovani agricoltori irlandesi Macra na Feirme per sviluppare le mie abilità interpersonali e di leadership attraverso la partecipazione ad attività di public speaking, culturali e sociali. Sono stato poi coinvolto nel comitato per gli affari agricoli dell’organizzazione, il quale genera politiche per i nuovi agricoltori e lotta per implementarle in Irlanda e Europa. Negli anni ho ricoperto molti incarichi come rappresentante dei giovani agricoltori a livello locale, regionale e nazionale, fino al ruolo di 35simo Presidente dell’organizzazione nell’aprile del 2015. Ho ricoperto l’incarico fino a maggio 2017, passando gran parte del tempo in carica lavorando sulla questione delle politiche dedicate ai giovani agricoltori a livello nazionale ed europeo.

MF: Da quanto sei coinvolto con CEJA e cosa comporta il tuo ruolo attuale di Vicepresidente dell’organizzazione?
SF: Il mio coinvolgimento ha avuto inizio quando sono diventato Presidente di Macra na Feirme nell’aprile del 2015. Da quel momento fino ad oggi ho partecipato attivamente a tutte le attività organizzate da CEJA. CEJA è un’organizzazione meravigliosa, che lavora incessantemente ogni giorno a Bruxelles dedicandosi alle problematiche dei giovani agricoltori europei.

MF: Che traguardo vorresti raggiungere come Vicepresidente di CEJA?
SF: I prossimi due anni offrono una grande opportunità per plasmare il futuro del settore agricolo per la nostra generazione di giovani agricoltori e per la prossima attraverso le discussioni all’interno del CAP 2020. La struttura e le linee generali del progetto saranno stabilite in questo lasso di tempo. Lavorerò unitamente alla Presidenza, allo staff CEJA, alle organizzazioni membri e a tutti gli altri stakeholder per assicurare che i giovani agricoltori siano al centro delle politiche del prossimo CAP 2020. Mi batterò duramente per l’implementazione delle politiche CEJA all’interno delle proposte.

Per contattare Seán Finan o CEJA, email: allusers@ceja.eu

Vai su: Massey Ferguson Global Facebook page
Vai su: CEJA Young Farmers Facebook page