Novità

Rubrica CEJA, Numero 38, Settembre 2017

Nella rubrica di questo mese di CEJA (Consiglio europeo dei giovani agricoltori), intervistiamo il neo-eletto Presidente Jannes Maes, un giovane agricoltore belga entrato in carica il 6 luglio.

MF: Congratulazioni per l’elezione che hai vinto con una sostanziosa maggioranza. Quali sono le tue riflessioni iniziali in merito al tuo nuovo ruolo?

JM: Dopo avere ricoperto la carica di Vicepresidente per due anni, sono onorato di avere la possibilità di guidare CEJA nel compito di esprimere la voce e le sfide che i giovani agricoltori devono affrontare. Insieme al mio team lavorerò per creare posizioni chiare ed un’organizzazione rafforzata. Aggiungere questo agli obiettivi raggiunti precedentemente condurrà a migliori ed uguali opportunità per tutti i giovani agricoltori europei.

MF: Quali sono le meccaniche dell’elezione?

JM: L’elezione ha luogo durante la nostra Assemblea Generale a Bruxelles. Circa 60 giovani agricoltori provenienti da tutta Europa hanno partecipato all’evento e hanno preso parte alle elezioni come rappresentanti delle loro organizzazioni nazionali. Sono stati inoltre eletti quattro nuovi Vicepresidenti CEJA – Iris Bouwer dall’Olanda, Tomáš Ignác Fénix dalla Repubblica Ceca, Seán Finan dall’Irlanda e Christoph Daun dalla Germania – ognuno dei quali copre un ampio spettro d’Europa. Come nuovo comitato abbiamo già condotto il nostro primo incontro presso la segreteria CEJA a Bruxelles, dove ci siamo confrontati sulla nostra visione condivisa dell’organizzazione, parlando inoltre dei nostri piani per il futuro, la direzione e la strategia da raggiungere.

MF: Qual è il tuo background?

JM: Sono nato nel 1991 e sono cresciuto nell’azienda casearia, agricola e di allevamento di pecore di famiglia a Aalter, ad est delle Fiandre. Sono stato appassionato di agricoltura e orticoltura fin da bambino. Ho frequentato una scuola superiore con formazione agricola e ho poi ottenuto una laurea triennale in Agricoltura. Oggi lavoro con la mia famiglia nella nostra azienda casearia, collaborando con altri agricoltori per raccogliere e lavorare il loro latte. Sono stato un membro attivo di Groene Kring (la più grande organizzazione di giovani agricoltori e coltivatori fiamminghi) per molti anni, rappresentandoli a livello regionale, nazionale e internazionale.

MF: Durante l’Assemblea Generale, il Presidente Alan Jagoe ha pronunciato i suoi saluti finali.

JM: Sì, Alan ha svolto un incredibile lavoro negli ultimi due anni. Nel suo discorso di commiato ha sottolineato il suo continuo impegno nel supportare i giovani agricoltori in Europa. Mi fa piacere che, come membro del suo ex team, io possa proseguire il lavoro già iniziato.

MF: Campbell Scott di Massey Ferguson ha tenuto a Bruxelles una presentazione sulla digitalizzazione e su come essa influenzi la filiera produttiva agricola. Il supporto da parte di partner come MF è importante?

JM: Per CEJA il supporto che Massey Ferguson dà all’organizzazione e ai giovani agricoltori europei è molto importante. Esso dimostra l’impegno di MF ad incoraggiare i giovani ed il rinnovo generazionale, entrambi indispensabili per lo sviluppo del settore agricolo. Non vedo l’ora di rinforzare la collaborazione con MF nei prossimi due anni e sono lieto di fare parte con la mia intervista di questa rubrica mensile per il sito MF.

Per futuri sviluppi relativi alla rappresentanza dei giovani agricoltori a livello europeo, tenete d’occhio il sito CEJA.

Per rivolgersi a Jannes Maes o CEJA, e-mail: allusers@ceja.eu

Go to: Massey Ferguson Global Facebook page
Go to: CEJA Young Farmers Facebook page