Novità

Massey Ferguson: le misure adottate nell’ambito dell’emergenza Coronavirus

Massey Ferguson, marchio mondiale di AGCO (NYSE:AGCO), annuncia che, nel rispetto delle linee guida di responsabilità aziendale incentrate sulla salute e sicurezza dei propri dipendenti e a fronte della scarsità di forniture, è stata presa la decisione di sospendere la produzione di trattori nello stabilimento di Beauvais a partire dal 17 marzo.

La stessa decisione è stata presa per lo stabilimento produttivo di mietitrebbie di Breganze con effetto dal 16 marzo, dove sono stati adottati orari di lavoro ridotti per assicurare l’attività quando sarà il momento di riprendere la produzione.

Ad oggi, gli stabilimenti tedeschi di AGCO di Feucht e Wolfenbüttel dedicati alle macchine per la fienagione rimangono operativi e continuano a rifornire i concessionari. Nonostante alcune delle attività produttive siano momentaneamente ferme, il personale di Massey Ferguson garantisce tuttora il sostegno a concessionari e clienti nelle loro imprescindibili attività giornaliere di produzione alimentare. In questo momento storico senza precedenti, l’agricoltura e gli agricoltori assumono un’importanza cruciale. Senza un’adeguata fornitura di alimenti di qualità, infatti, non sarà possibile superare questa pandemia globale.

“Così come tutti i produttori a livello mondiale, anche Massey Ferguson fronteggia l’emergenza coronavirus mettendo al primo posto la sicurezza dei propri dipendenti, concessionari e clienti. Come parte di AGCO, Massey Ferguson si ritrova oggi a fronteggiare la situazione di incertezza causata dal coronavirus. I nostri dipendenti nel mondo, consci della situazione, stanno adottando misure per proteggere sé stessi, i nostri clienti e le nostre comunità. Voglio ringraziarli per quanto stanno facendo”, dichiara Thierry Lhotte, Vicepresidente e Direttore generale di Massey Ferguson Europa e Medio Oriente. “Per questo motivo, a partire dalla fine di febbraio, quando la crisi si è diffusa in Italia, abbiamo imposto limitazioni agli spostamenti interni e internazionali, abbiamo aumentato drasticamente le attività di sanificazione e abbiamo adottato pratiche di lavoro a distanza e turni alternati in linea con le raccomandazioni sulla limitazione dei contatti sociali.”

Sostenere le esigenze di concessionari e clienti è la nostra massima priorità, nonché parte del DNA del brand, basato sui valori della semplicità e dell’affidabilità! Ad oggi, manteniamo le giacenze accessibili ai nostri concessionari e ai nostri clienti. I magazzini di componentistica di AGCO Parts, a partire dal deposito principale di Ennery (Francia), sono tuttora operativi e assicurano la produttività degli agricoltori, affinché possano continuare a soddisfare la richiesta di alimenti globale anche in un periodo molto complicato come quello attuale. I nostri team assistenza e ricambi, insieme alle officine dei nostri concessionari, stanno lavorando senza interruzioni per garantire un sostegno professionale continuo in questo momento tanto delicato. Rientrano in questo impegno la consegna di componenti, la fornitura di assistenza e la disponibilità immediata di un parco macchine composto da 350 trattori di cortesia come parte del programma MF Always Running attivo in Francia, Germania, Regno Unito, Irlanda, Italia, Spagna, Polonia, Norvegia e Danimarca per ottimizzare i tempi di attività dei nostri clienti. Considerato l’inizio delle stagioni di semina e raccolta negli emisferi settentrionale e meridionale, garantiamo da parte nostra massima dedizione e collaborazione alle aziende intente a nutrire il mondo. Ai nostri agricoltori e produttori ribadisco che noi siamo qui con loro e per loro. Mentre a molte persone è richiesto di dare il proprio contributo restando a casa, ai produttori alimentari viene chiesto qualcosa di diverso. Ci sono molti eroi in questa crisi e chi ogni giorno esce di casa e lavora affinché tutti possano avere da mangiare deve essere considerato parimenti un eroe”, aggiunge Lhotte.

“Oltre ad assicurare rigorose norme di igiene e limitazioni nei contatti sociali per chi ancora lavora nello stabilimento, il team di Massey Ferguson di Beauvais, insieme ai colleghi di GIMA, ha donato 10.000 mascherine (di tipo chirurgico e FFP2), guanti e abbigliamento da lavoro dei propri magazzini all’ospedale di Beauvais per aiutare il personale sanitario, che sta lavorando in maniera eroica per salvare la vita delle nostre comunità. Siamo estremamente orgogliosi e grati ai nostri dipendenti che hanno deciso di continuare a lavorare nei nostri stabilimenti nel mondo e che giorno dopo giorno assicurano ai nostri clienti la fornitura di servizi e assistenza leader nel settore. Nonostante la necessità di mantenere la distanza gli uni dagli altri, siamo oggi più vicini che mai. Insieme a concessionari e clienti, rappresentiamo un team unico e globale”, conclude Lhotte.

Inoltre, Massey Ferguson sta adattando la propria organizzazione a questa situazione in continuo divenire, al fine di farsi trovare pronta quando le condizioni sanitarie e la disponibilità di componenti dai propri fornitori consentiranno di riprendere le attività di produzione e vendita.