Novità

Il trattore MF 5610 attraversa crepacci a -56 gradi centigradi

(26 novembre 2014, Antartide) Giorno 5: Dopo aver guidato una lunga giornata in condizioni difficili, la Massey Ferguson MF 5610 nella spedizione Antarctica2 ha attraversato con successo pericolosi crepacci e terreno montagnoso nella sua rotta verso il Polo Sud geografico.

Nonostante le condizioni difficili che rallentano l’avanzamento, la squadra ha percorso 130 chilometri in 15 ore di guida sul ghiaccio. Matty McNair, capo guida della spedizione afferma che a volte potevano guidare alla velocità di 7 km/h o meno. "Abbiamo dovuto salire alcune colline molto ripide, ma con il trattore MF 5610 ci siamo trovati molto bene. Poi abbiamo dovuto viaggiare su una sorta di 'mare di Sastrugi'. “Sasturgi” sono onde di neve dura - alcuni fino a un metro di altezza - e l'ultimo 50 km è stato davvero difficile per la guida,"afferma.

In queste condizioni difficili, i piloti devono concentrarsi con attenzione, controllando non solo i crepacci, ma anche affrontare con lo sguardo l’accecante intensa luce solare per ore e ore. Apprezzano molto in ogni caso la visibilità del trattore, che aiuta a vedere meglio la strada davanti a loro. La peculiarità della massima visibilità dell’ MF 5600, quando impiegato nelle aziende agricole, aiuta gli operatori a fare manovre di precisione. In Antartide questo significa vita o morte.

Dopo aver guidato non-stop, e affrontato delle salite per tutto il giorno si sono accampati a mezzanotte ad una altitudine di 3000 metri. A questa altezza le temperature sono scese sensibilmente - fino a meno 38 gradi C, e fino a meno 56, quando ha iniziato a soffiare un forte vento gelido. "E ' molto difficile respire con questa aria gelida” dice

Nonostante il freddo e la stanchezza, il lavoro del team al campo continua. Avendo viaggiato per 15 ore accanto al trattore, il fotografo freelance Simon Foster insieme a Sarah McNair, guida e fotografo della spedizione polare sono al lavoro elaborando tutto il materiale raccolto, fra cui splendide foto e video raccolte durante la giornata.

Sempre al lavoro all’ 1.30 del mattino, in un ufficio improvvisato in uno dei pick up di supporto, iniziano il lungo e spesso difficile compito di trasmettere questi materiali attraverso un sistema di comunicazione satellitare, pronto per essere caricato e inviato al mondo il giorno seguente.

www.AntarcticaTwo.com

#BELIEVEINIT