Novità

AGCO rafforzerà la sua presenza a Beauvais (Francia) e creerà 200 nuovi posti di lavoro

BEAUVAIS, Francia, 20 gennaio 2020 – AGCO (NYSE: AGCO), leader mondiale nella progettazione, fabbricazione e distribuzione di macchinari e soluzioni per l’agricoltura, conferma l’ulteriore ampliamento dello stabilimento di Beauvais.

L'annuncio è stato reso pubblico oggi da Martin Richenhagen, presidente e amministratore delegato di AGCO in occasione del vertice “Choose France”, coordinato dal presidente francese Emmanuel Macron.

“Siamo lieti di mantenere la promessa, fatta esattamente un anno fa in occasione dell’inaugurazione del Centro Logistico Beauvais 3, di acquisire i 15,7 ettari dell’adiacente ex stabilimento Froneri. Questa operazione, avvenuta il 19 settembre 2019, consolida la nostra presenza a Beauvais” ha dichiarato Martin Richenhagen, presidente e amministratore delegato di AGCO Corporation.

“Con questa nuova acquisizione, stiamo studiando di investire altri 40 milioni di euro per lo sviluppo di uno stabilimento d'avanguardia, all'insegna dell'industria 4.0. Questa iniziativa consentirà di aggiungere 200 nuovi posti di lavoro sostenibili agli oltre 100 impieghi già creati con Beauvais 3, nel settembre 2018. Al termine di questo nuovo programma di investimenti, AGCO avrà creato 300 nuovi posti di lavoro per la collettività locale di Beauvais, che l’azienda intende trasformare nella sede globale del marchio Massey Ferguson”.

L’acquisizione dei 15,7 ettari dell’ex stabilimento Froneri, che include 4,5 ettari di edifici, segnala la forte propensione di AGCO a continui investimenti e consentirà a Massey Ferguson di soddisfare la crescente domanda di attrezzature semplici e affidabili.

L’espansione sosterrà l’integrazione di nuove attività attraverso l’integrazione verticale, tra cui:

• Officina di personalizzazione dei trattori, per arricchire la nostra offerta ai clienti, montando attrezzature e accessori specifici e personalizzati che non rientrano nella linea standard, al fine di soddisfare esigenze individuali

Impianti di produzione aggiuntivi, che si avvalgono dell’esperienza acquisita nel settore della stampa 3D di prototipi di produzione per la realizzazione in piccola serie di pezzi complessi e personalizzati a supporto dell’officina di personalizzazione dei trattori Questa attività inizierà nel febbraio 2020 per le parti in plastica e nel 2021 per le componenti metalliche

• Produzione interna di condotte idrauliche, che attualmente vengono esternalizzate a fornitori in Europa e in Asia. Il nostro obiettivo è di produrre le condotte a Beauvais, integrando tecnologie avanzate per la produzione, il controllo qualità e lo stoccaggio. Questa attività inizierà nell’aprile 2020

• Rigenerazione del cambio, per offrire ai clienti un’alternativa economica a una completa sostituzione. I cambi rigenerati lasciano la nostra fabbrica come nuovi e possiedono le stesse specifiche dello standard OEM (Original Equipment Manufacturer).

Questo spazio supplementare consentirà inoltre ad AGCO di lanciare una gamma di nuovi macchinari agricoli, tassello fondamentale dei piani di crescita aziendali per Massey Ferguson. Con il lancio di 18 nuove gamme di trattori dal 2015 a oggi e altre 10 in arrivo entro il 2023, Massey Ferguson soddisfa le molteplici esigenze degli agricoltori che intendono investire in macchinari semplici e affidabili. Questo progetto consentirà ad AGCO di accelerare l’innovazione:

Capitalizzando sul contesto aziendale locale: il ricorso a fornitori vicini agevolerà un più efficiente approccio alla produzione “just in time”, contribuendo così a creare valore lungo l’intero processo di produzione

Ottimizzando le risorse disponibili per la progettazione e il collaudo di nuovi prodotti e accelerando così il time to market attraverso un centro di ricerca e sviluppo potenziato

Ridefinendo il complesso di Beauvais come centro di eccellenza potenziato per la progettazione e la produzione di trattori Massey Ferguson, fornendo lo spazio necessario per migliorare la qualità, accelerare le attività di ricerca e sviluppo e introdurre innovazione da un’unica sede

Incrementando il valore attraverso una struttura più efficiente che consente all’azienda di dislocare le attività di progettazione e acquisto, attualmente ubicate in aree congestionate all’interno e all’esterno del nostro attuale complesso di Beauvais

“Da oltre 60 anni, cioè da quando lo stabilimento di Beauvais ha aperto i battenti, Massey Ferguson è un marchio leader a livello mondiale nel settore dei trattori”, ha dichiarato Martin Richenhagen.

“La collettività e le autorità nazionali e locali di Beauvais, Agglo du Beauvaisis, Oise, Hauts-de-France e l’ufficio del Prefetto dell’Oise, che rappresenta a livello locale il governo francese, da sempre sostengono AGCO e la nostra posizione di principale datore di lavoro privato nella regione della Piccardia.

“Non è un caso. Hanno infatti creato un ambiente favorevole alle imprese che consente alle grandi aziende internazionali come AGCO di investire in Francia”.

“Questo nuovo sito unificato offre ad AGCO e Massey Ferguson l’opportunità di attuare piani di crescita, precedentemente limitati dalla mancanza di spazio” ha aggiunto Martin Richenhagen.

“Dopo la ristrutturazione e l’unificazione, il nuovo Massey Ferguson Centre of Excellence for Engineering and Manufacturing (Centro di eccellenza Massey Ferguson per l’ingegneria e la produzione), si estenderà su una superficie totale di 54 ettari e, contando anche i dipendenti delle joint venture GIMA e AGCO Finance, darà lavoro fino a 2.500 persone.”

“Questo progetto getterà le basi per il rilancio dell’attività economica del territorio attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro. Negli ultimi otto anni sono stati investiti a Beauvais oltre 250 milioni di euro. La nostra strategia di crescita sta acquistando slancio. La vicinanza e la disponibilità di una forza lavoro qualificata rende questo nuovo programma di investimenti ancora più coinvolgente”, conclude Martin Richenhagen.

La struttura unificata di Beauvais si occuperà di tutti gli aspetti relativi alla progettazione, alla costruzione, al collaudo e alla produzione di nuovi modelli ed è intenzione dell’azienda aumentare i volumi di produzione dello stabilimento portandoli a 18.000 trattori l’anno per soddisfare la domanda del mercato.